IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 MESCALERO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10, 11, 12  Seguente
AutoreMessaggio
The Colour
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 329
Data d'iscrizione : 15.05.11
Località : milano

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Ven Gen 06, 2017 10:15 am

in passato sono stato anche molto critico con Boselli ma in questo caso bisogna fargli solo i complimenti. Non credo sia un caso perché ultimamente si sono lette storie di ottima fattura, e mi riferisco agli ultimi anni,narrate con maggiore freschezza rispetto a tre lustri fa e meno complicate dal punto di vista narrativo.
Questa è quella che si potrebbe definire una storia perfetta per il Tex dei nostri giorni e non certo per il grado di difficoltà che i nostri eroi incontrano con Yama quanto per una struttura di racconto che calza alla perfezione con il personaggio creato dal Bonelli. Chiaro che lo stile è diverso ma a mio parere la conduzione prosegue sulla stessa strada.
Civitelli, che non mi ha mai entusiasmato, fa un buon lavoro. Complimenti pure a lui.
Tornare in alto Andare in basso
il giudice colt
sempre in malafede
sempre in malafede


Messaggi : 166
Data d'iscrizione : 27.07.11
Località : miami

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Lun Gen 09, 2017 6:59 pm

dopo parecchi mesi torno a commentare una storia e l'occasione mi sembra propizia se da commentare c'è una storia di Yama.
A dispetto di praticamente tutto il web io non ho particolarmente apprezzato i tre albi A) perché tutto mi sembra andare a rilento con a tratti dialoghi infiniti e francamente inefficaci ai fini della storia: troppe spiegazioni su ogni singolo passaggio: l'idea di far luce tra pards sulla situazione mi pare stucchevole B) a parte i voli notturni di Yama, di orrorifico non ho visto un bel niente. O meglio ho visto uno Yama circondato di mezze figure che Loa o gli stessi Hualpai ne fanno polpette in mezzo secondo, altro che Shakti e fratello.
Un primo albo sprecato dove la stessa Miryam mi sembra una comune casalinga a dispetto della vecchia figura, un secondo che alza i ritmi ma senza mai trascinarti dentro e un terzo che a parte il finale schioppettante è ancor più lento del primo. Cerrto far dialogare i mondi lontani del vecchio Bonelli con l'attuale Yama non è cosa da poco, in fondo evocare la letteratura della tradizione è un rischio se vogliamo calcolato ma dubito che l'operazione sia riuscita. Insomma l'esame era prestigioso...... la preparazione di spunti, idee e la stessa sceneggiatura vanno riconosciuti all'autore ma quello che manca è il fascino di cui era pregno lo svolgimento della tematica bonelliana. Sono racconti e mondi diversi quelli di Boselli e Bonelli....... non so quanta consapevolezza occorra per maneggiare la pasta magica del vecchio creatore di Tex, so solo che non mi sono in alcun modo sentito trascinare dentro questa storia, che a parer mio è appena sufficiente ,nulla di più
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1862
Data d'iscrizione : 22.04.11
Località : FIUMICINO

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Lun Gen 09, 2017 7:51 pm

a una nuova avventura, allora Smile
Tornare in alto Andare in basso
http://texwiller.forumattivo.it
Lehane
pieno di pregiudizi
pieno di pregiudizi


Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 07.06.11

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Mar Gen 10, 2017 9:35 am

Bah, a me è parsa un'ottima storia. Magari ad avercene di così

Se penso a quello che Manfredi ci ha propinato negli ultimi anni o al Faraci sul mensile -salvo in parte il suo Texone- mi farei delle domande prima di criticare questo ritorno di Yama. Capolavoro non lo è ma manco così criticabile come fatto dall'amico Colt nel suo commento, dove mi sembrava si richiedesse più stringatezza ai dialoghi e maggior horror alla vecchia maniera. l'impresa fondamentale era rimanere in attinenza col solco tradizionale e Boselli ci è riuscito. Il figlio di Mefisto lasciamola nell'olimpo di storie inimitabili.
Tornare in alto Andare in basso
Ulzana
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 27.07.13

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Mar Gen 10, 2017 9:57 am

Ho letto la tripla di Boselli e Civitelli e l'ho trovata un'ottima storia. Secondo me Boselli ha dato spessore alla figura di Yama, senza renderlo ridicolo, nonostante debba andare incontro all'ennesima sconfitta, almeno il "ragazzo" se l'è giocata. Il primo albo con la grande sparatoria nella Ghost Town è molto bonelliana. Gli altri due albi sono meno d'azione, più densi di dialoghi e situazioni magiche che mi sono sembrate in sintonia con i vecchi capolavori della serie. Inoltre come gestisce i pard Boselli non lo fa attualmente nessuno. Riesce a ripartire benissimo l'azione e il gioco di squadra tra di loro, rendendo soprattutto Tiger e il giovane Kit non le solite macchiette delle ultime storie di Nizzi ma personaggi tutto tondo in grado di dire la loro. Un plauso a Boselli e anche a Civitelli che ha avuto un compito immane, quello di sostituire Galleppini, ossia l'unico disegnatore capace di rendere al meglio in questo tipo di avventure texiane. Il modello è inarrivabile, ma Civitelli ci ha provato.

In futuro aspettiamoci cinque albi (da quanto è emerso dalle news) disegnati dai Cestaro e dallo stesso Civitelli con un nuovo scontro tra Tex e Mefisto. A proposito, l'infernale vecchio appare en passant nell'ultimo albo... mi ha fatto piacere rivederlo.

Tornare in alto Andare in basso
Pallino
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 21.06.13
Età : 51
Località : Torino

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Sab Gen 21, 2017 7:19 pm

Scrivo solo ora dopo tempo quì,...perchè sono un pigrone patentato,ma sapete già come la penso sull'ultimo Yama che abbiamo letto....Sempliciotto,ridotto all'ombra neanche di se stesso,ma reso pari al più comune dei delinquenti.Non si può trattare Yama,che è un personaggio di spessore ben diverso dal solito in questa maniera.Mancano le atmosfere,quelle che ti tengono incollato alla lettura,proprio quando tratti di Yama,...insomma tutte quelle scene che mi aspettavo inondassero i tre albi appena letti,quelle in cui orde di entità infernali sono abitualmente presenti ,quando c'è Yama e quando c'è ( quì pochissimo direi ),Mefisto.Oddio Yama e Mefisto non si possono scindere totalmente,lasciando a Yama il compito di far marciare tutta la storia,senza che il padre glielo ricordi continuamente e con apparizioni più o meno varie.La stessa location della storia non ha quel mordente che uno si aspetta,non è niente di lugubre come uno si aspetterebbe.Non vorrei che gli alletai di Yama con la loro presenza,abbiano ristretto un pò il potere di esibizione di Dickart.......,insomma se come naturale risulta,nessuno di loro è più abile del suo padrone,tutte le loro azioni si disperdono nell'albo,consumando ancor di più la storia stessa.Forse le atmosfere che cerco sono legate al tipo di disegno che non è giustamente più quello epico di una volta??...Può darsi,però personalmente non mi ha appassionato,e me ne sono reso conto nello stesso momento in cui ho rallentato la lettura in modo direttamente proporzionale all'interesse....
Tornare in alto Andare in basso
Ulzana
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 27.07.13

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Dom Gen 22, 2017 11:14 am

Pallino ha scritto:
Scrivo solo ora dopo tempo quì,...perchè sono un pigrone patentato,ma sapete già come la penso sull'ultimo Yama che abbiamo letto....Sempliciotto,ridotto all'ombra neanche di se stesso,ma reso pari al più comune dei delinquenti.Non si può trattare Yama,che è un personaggio di spessore ben diverso dal solito in questa maniera.Mancano le atmosfere,quelle che ti tengono incollato alla lettura,proprio quando tratti di Yama,...insomma tutte quelle scene che mi aspettavo inondassero i tre albi appena letti,quelle in cui orde di entità infernali sono abitualmente presenti ,quando c'è Yama e quando c'è ( quì pochissimo direi ),Mefisto.Oddio Yama e Mefisto non si possono scindere totalmente,lasciando a Yama il compito di far marciare tutta la storia,senza che il padre glielo ricordi continuamente e con apparizioni più o meno varie.La stessa location della storia non ha quel mordente che uno si aspetta,non è niente di lugubre come uno si aspetterebbe.Non vorrei che gli alletai di Yama con la loro presenza,abbiano ristretto un pò il potere di esibizione di Dickart.......,insomma se come naturale risulta,nessuno di loro è più abile del suo padrone,tutte le loro azioni si disperdono nell'albo,consumando ancor di più la storia stessa.Forse le atmosfere che cerco sono legate al tipo di disegno che non è giustamente più quello epico di una volta??...Può darsi,però personalmente non mi ha appassionato,e me ne sono reso conto nello stesso momento in cui ho rallentato la lettura in modo direttamente proporzionale all'interesse....

Nando su una cosa però non sono d'accordo con te, ossia sulla figura di Yama. Credo che in questa storia meglio non si poteva fare e anche in quelle firmate da GLB il figlio di Mefisto non ha mai dimostrato di essere infallibile come nemico o chissà qualle spiccata personalità. Nel secondo albo di quest'avventura, quando attacca El Morisco nella sua casa, mi è sembrato più pericoloso rispetto al passato, per quanto concerne i poteri, tanto da riuscire a mettere in serio pericolo LUI stesso l'incolumità dei pards e non mediante collaboratori vari... inoltre Yama assiste senza battere ciglio alla morte della madre all'inizio del primo albo. Questo per parlare della personalità del personaggio, che tu reputi sia stata messa in secondo piano. Discorso diverse sull'atmosfera inerente al disegno: in questo caso Civitelli ha fatto quello che ha potuto e, direi, che emulare Galep e i viaggi onirici visti ne "Il Figlio di Mefisto", così come le varie location, era impresa impossibile.
Tornare in alto Andare in basso
Pallino
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 21.06.13
Età : 51
Località : Torino

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Lun Gen 23, 2017 11:44 am

Eh ma infatti alla fine il mio dubbio sulla storia è anche molto legato alle non atmosfere imputabili al tipo di disegno,..è dura slegarsi da quell'epicità creata da Galep nel contesto Mefisto-Yama....
Tornare in alto Andare in basso
GIANBART
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 423
Data d'iscrizione : 04.09.11
Età : 54
Località : roma est

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Sab Feb 04, 2017 5:25 pm

Riesco a malapena a non ridere per la nuova iniziativa della SBE, ossia la Tex classic. Ennesima riproposizione per mungere la vacca, possibile che non si guardi altro che al guadagno ? Non parlo di attivo perchè la Bonelli non ha di questi problemi ma nell'ultimo anno si è provveduto a tirar fuori solo iniziative spremisoldi e niente altro. In occasione del festeggiamento per il Tex non potevano mettersi un attimo a tavolino e pensare a fare una iniziativa seria di ricostruzione storica del personaggio dopo che ci sono state centinaia di pubblicazioni e migliaia di verità svelate ? La famosa ristampa anastatica delle vere prime edizioni è così impossibile al giorno d'oggi ? Poi dice che uno si inc...a Twisted Evil
Tornare in alto Andare in basso
Pallino
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 21.06.13
Età : 51
Località : Torino

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Lun Feb 06, 2017 9:16 am

Innanzitutto un salutone a te GIANBART,è un pò che non volgevo le vele verso il forum,e poi sono d'accordo per quanto riguarda questa nuova emissione della SBE,.....insomma proprio parlando del Tex classico si poteva come ricordi tu creare una bella opera in edizione anastatica e cogliere oltretutto l'occasione per uscire dalla piattitudine dei colori della Csac,...ma probabilmente nell'anno che festeggia il centenario della nascita del grande Galep,è stato fatto tutto di fretta,incluso il volume di Galep che uscirà prendendo il posto di quello di Andreucci che sarà slittato avanti.Ma io dico in un anniversario del genere,e prevedendo l'annata di Galep,possibile che una casa come la SBE non pianifichi meglio il suo lavoro rivolto proprio al creatore grafico del personaggio?......Sr voglio rileggermi Tex classico ne ho svariate di opportunità,tra ristampe già esistenti e quant'altro,di conseguenza il modo migliore di rieditare il Tex Galleppiano era proprio quello di una anastatica.Ma poi non è che questo problema c'è l'ho poniamo solo noi vecchi cammelli attaccati alla tradizione del personaggio??...No perchè se vediamo alla fine ogni iniziativa editoriale a parer mio scontata sulle ristampe del personaggio,il successo lo raggiungono,quindi i fatti son due:O l'Italia è piena di collezionisti che comprano tutto e raddoppiano e triplicano tutto ciò che esce,oppure l'obbiettivo di far piacere Tex a nuove leve di lettori ha funzionato e funziona,e in questo secondo caso ,non potrei che esserne soddisfatto......In ogni caso 2,90 euro per ogni volune ogni 2 Venerdì mi mette in condizioni di vedere almeno ,albo alla mano di cosa si tratta come opera...........
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1862
Data d'iscrizione : 22.04.11
Località : FIUMICINO

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Lun Feb 06, 2017 3:12 pm

temo, come ho scritto l'altro giorno sulla Home di B&S, che non rivedremo nessuna ristampa con il linguaggio originale, né con Tex Classic né con un futura ristampa.
Non rivedremo nemmeno, a rigor di logica, le copertine della seconda serie gigante su questo Classic Wink Si potranno sfruttare le oltre passa 200 dell'Albo d'Oro nei primi cento numeri, dopo di che non so cosa succederà. Tutto ciò a meno che Tex Classic non proponga nuove e inedite copertine, che di Classic avrebbero davvero poco.
Tornare in alto Andare in basso
http://texwiller.forumattivo.it
il totem misterioso
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 304
Data d'iscrizione : 16.07.11
Località : texas

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Lun Feb 06, 2017 5:48 pm

caro Francesco, dall'articolo che hai pubblicato ne deduco che trale varie soluzioni prese in considerazione tra le ipotesi ci sarebbe secondo te anche quella di fare una cover con il procedimento della composizione sulla stregua di certi falsi amatoriali che furoreggiano su ebay....... bè io vedo solo quella come soluzione, è l'unica che permette di pubblicare all'infinito, perchè la Classic è quindicinale e si fa presto a esaurire le scorte degli albi d'oro.

L'iniziativa è poco convincente e non tanto perché munga la vacca, che è anche vero, ma perché il classic lo ha proposto repubblica recentemente non 200 anni fa!! e la classic non fa altro che ripercorrerne le orme.........colore compreso.
rispondo a Gianbart: Amigo,è probabilmente impossibile fare una ristampa della vera prima edizione solo perché non ne hanno realmente le intenzioni e ritengono non interessante resuscitare il vero linguaggio del vecchio Bonelli. Errore gravissimo, perché in questo modo avrebbero preso sia coloro che la acquistano per il gusto di averla e sia quelli che non sono pochi che desideravano leggere il vero Tex.
Io sono molto critico con la politica ultimo anno della bonelli che pare ragionare solo in termini di denari... e che denari se comprare una ristampa come Trapper che sono tre albi in bianco e nero ti costa 14 o 16 euro.
Tornare in alto Andare in basso
GIANBART
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 423
Data d'iscrizione : 04.09.11
Età : 54
Località : roma est

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Lun Feb 06, 2017 8:33 pm

Un saluto a tutti gli amici del forum, era molto che non mi inserivo, a parte gli auguri ogni tanto, ma ultimamente sono ritornato in carreggiata e devo un pò pedalare in altro ambito. Per ora sono concentrato su altri fronti e quindi ho poco tempo per rompere gli zi....i ai miei cari amici, comunque dò una ferale notizia: ho ricomprato tutti i Tex arretrati e tra poco mi rimetto a pari ( a parte quella grande c......a del romanzo di Tex ) con l'inedito, non sono riuscito a lasciare in edicola Tex, sono purtroppo dipendente dalla Texeina ( a proposito conoscete qualche comunità all'uopo ? ). Comunque convergo sui vostri discorsi, non si riesce a capire il perchè di questa nuova collana a parte raschiare il fondo del barile. Mah ...... GLB e Galep da grandi, quali sono, scrolleranno le spalle e si metteranno a ridere della incapacità di chi si professa erede e non riesce neanche a capire lo spirito del personaggio, beati a loro, a noi ci resta solo il rodimento di fegato.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1862
Data d'iscrizione : 22.04.11
Località : FIUMICINO

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Mar Feb 07, 2017 8:03 am

@Gianbart: dò una ferale notizia: ho ricomprato tutti i Tex arretrati e tra poco mi rimetto a pari ( a parte quella grande c......a del romanzo di Tex ) con l'inedito, non sono riuscito a lasciare in edicola Tex, sono purtroppo dipendente dalla Texeina.

non avevo dubbi...

Per il resto, io credo che quando si combatte tutti i mezzi sono leciti!
Come diceva gola profonda a Woodward nel mio film preferito Tutti gli Uomini del Presidente: "i soldi sono la chiave di tutta questa storia.... segui il denaro!"
Sinceramente non ci trovo niente di male nel seguire il denaro, specie in un momento così depresso della situazione in cui versa il fumetto italiano. L'operazione è incompleta (vedi il Classic) e per certi versi incomprensibile, vedi Trappers, ma se vendono -e la cosa la vedremo nel prossimo futuro- è un bene per l'azienda e quindi per noi.
Tornare in alto Andare in basso
http://texwiller.forumattivo.it
GIANBART
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 423
Data d'iscrizione : 04.09.11
Età : 54
Località : roma est

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Mar Feb 07, 2017 7:20 pm

Citazione :
ADMIN
ma se vendono -e la cosa la vedremo nel prossimo futuro- è un bene per l'azienda e quindi per noi.

Non sono d'accordo, come per tutte le cose in Italia, questo paradigma non è stato mai veritiero. Faccio un esempio, la lotta all'evasione fiscale ha portato nel 2016 17 miliardi di lire nelle casse dello stato, hanno aumentato le accise e alcune gabelle particolari, hanno tagliato dove potevano le spese dello stato, ma alla fine il debito pubblico è aumentato, non ci sono soldi per la sanità, per la scuola, per il sociale, perchè ? Perchè i nostri politici continuano a mangiare e ad arricchirsi alle nostre spalle senza levarsi nulla anzi incamerando dove possono. Lo stesso la SBE, da anni lamentano la flessione di mercato, le perdite ma hanno aumentato il prezzo di tutte le edizioni, hanno moltiplicato le uscite, hanno creato merchandising a tonnellate ma allo stesso tempo nessuna iniziativa degna di nota per quello che incarna lo spirito avventuroso dell'antica Audace. Ripeto iniziative 0 per la commemorazione e il riconoscimento di quei pionieri che hanno creato la fortuna di chi oggi campa su quelle leggende.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1862
Data d'iscrizione : 22.04.11
Località : FIUMICINO

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Mer Feb 08, 2017 11:35 am

Ma la SBE non è lo stato o un governo è un editoriale di fumetti. Mica possono ridurre il prezzo degli albi o sapere in partenza che una nuova iniziativa avrà successo! Magari.
Mi pare che anche l'Audace aveva solo il Tex a striscia e ha campato per anni con le ristampe del personaggio in varie salse.
I buchi di un paese risalgono sempre alle politiche dei decenni precedenti; mi viene in mente Craxi che nella seconda metà degli anni '80 faceva lo sborone col culo del futuro.
Oh, poi a me non mi sembra uno scandalo 'sta Tex Classic!! preferisco questa a certe cose nuove tipo Orfani. È un problema di scelta di uomini, come in tutti i settori: Recchioni non si doveva fare perché è un autore fuori linea con la filosofia "Bonelli". Lo so che il merchandising texiano può produrre effetti negativi in futuro, una sorta di saturazione delle palle del lettore, ma questa è un'altra faccenda: quello che serve sono le idee, gli uomini giusti. Non mi pare che in questo momento il parco "idee" o quello "uomini" sia particolarmente generoso, così arriva un nuovo direttore che fa invadere il mercato di iniziative a riciclaggio, poi però, come quando vai nel ristorante dove trovi troppe cose sul menù, a qualcosa devi rinunciare. La politica degli assaggini, insomma.
Tornare in alto Andare in basso
http://texwiller.forumattivo.it
Ulzana
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 456
Data d'iscrizione : 27.07.13

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Mer Feb 08, 2017 2:06 pm

Gianbart però tu dovresti sapere meglio di tutti perché la Sbe ha aumentato il prezzo delle sue pubblicazione (ma l'ha fatto nell'ordine di tempo mi pare tre anni fa). Sai bene quanto costa carta e stampa, e pagare i collaboratori nel modo giusto significa aumentare il costo delle pubblicazioni. O abbassarle aumentando le vendite. Se aumentassero giocoforza i costi sarebberlo lievi, seppur sempre bassi rispetto a quanto avviene in Europa. Tu dirai: "ma noi stiamo in Italia". Giusto. Un paese in cui leggono pochi e l'apertura al settore librario della Bonelli fa pensare che sta cercando altri bacini. Ma il pubblico da intercettare è sempre, alla fine, il solito: quello degli appassionati che comprano Tex in tutte le salse. Però stupisce che Greystorm, vecchia miniserie di Serra ispirata a Jules Verne, nella versione cartonata proposta recentemente in fumetteria, abbia venduto oltre ogni rosea aspettarive. E si trattava di ristampe. Il punto, forse, è che la Bonelli ragiona in vari modi proponendo una scelta variegata dei propri fumetti e allargando il mercato su altri punti vendita.

Nuove proposte? Beh tra non molto ci sarà Mercurio Loi di Bilotta, serie che a me non interessa minimamente seppur riconosco che Bilotta sia un autore bravo. Poi c'è un'altra serie di Rigamonti e Serra che uscirà prossimamente e le annunciate collane "Young" di Dragonero e 4Hood. Insomma ci tentano, poi nessuno compra e le miniserie chiudono che ci vuoi fa'. E Tex Classic? Bah io avrei preferito una ristampa in bianco e nero con la riproposizione delle storiche avventure NON CENSURATE, ma sono sicuro (spero di essere smentito) che non sarà così ma avremo una vesione mignon del Tex Repubblica.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1862
Data d'iscrizione : 22.04.11
Località : FIUMICINO

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Ven Feb 10, 2017 12:25 pm

nel 1975 Il Mio Nome è Tex fu un evento eccezionale, oggi si perderebbe in mezzo al mare di proposte. A me sta sulle palle il merchandising, il marketing, i gadget e Fuffa varia, ma laddove si paventi una chiusura preferisco digerire qualche rospo, purché Tex campi.
Poi, come fanno in molti, non mi sembra il caso di fare di tutta l'erba un fascio, anche in libreria ci sono proposte di eccellenza; ho visto i volumi della Cosmo dedicati al Gordon di briggs che di pesante hanno "solo" il prezzo, per il resto sono davvero appetibili, nonostante siano ristampe.
Comunque Gianbart su una cosa ha ragione... bisogna buttare un po più di cuore in queste iniziative (almeno io interpreto le sue parole così).
Tornare in alto Andare in basso
http://texwiller.forumattivo.it
GIANBART
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 423
Data d'iscrizione : 04.09.11
Età : 54
Località : roma est

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Dom Feb 12, 2017 11:44 pm

ADMIN ha scritto:
bisogna buttare un po più di cuore in queste iniziative (almeno io interpreto le sue parole così).

Buttarci il cuore sarebbe l'ottimale, ma anche solo dimostrare rispetto per chi ti ha preceduto già sarebbe cosa buona e giusta. GLB e Galep avrebbero diritto ad una commemorazione con i dovuti riconoscimenti, ma a quanto pare ci si ricorda di loro solo per alzare le vendite ( qualsiasi riferimento è puramente voluto ).
Tornare in alto Andare in basso
The Colour
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 329
Data d'iscrizione : 15.05.11
Località : milano

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Lun Feb 13, 2017 12:44 pm

........ma intanto Faraci non fa un cattivo primo albo, anzi. Piaciuto...... e piaciuti i disegni di Acciarino.

Apsettiamo a vedere come va a finire Wink
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1862
Data d'iscrizione : 22.04.11
Località : FIUMICINO

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Gio Feb 16, 2017 8:23 am

si, sembra una buona storia ma come ho detto già in qualche altra parte si mastica poco Tex, un Tex che capita lì per caso, che fa da spettatore.
Bisogna dare veramente una sterzata, altrimenti rischiamo che chi subentra a Faraci ripercorra una scrittura senza alcun senso e mi pare che il gradimento sui nuovi sceneggiatori stia lì a testimoniarlo.
Il marketing può reggere fino ad un certo punto, è una provvisorietà che va alimentata con anticipo.
Tornare in alto Andare in basso
http://texwiller.forumattivo.it
azteco70
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 443
Data d'iscrizione : 20.05.11

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Gio Feb 16, 2017 4:24 pm

scratch Faraci? storia buona Giorgio? ti ricordi quelle brevi del Lancio Story ............. Scorpio.......... Full........ e allora dimmi se non ti sembra una di quella roba la' disegnata un passo avanti

Povero Tex........ un fantasma con le pistole ibernate che non sa che pesci pigliare

comunque anche la yamata dopo tanto ardore ha segnato il passo nel finále.......il matrimonio brrrrr.. pale

d altronde la roba classica quando la vai a toccare rischi il corto circuito, Boselli se l´ě cavata bene dai, pensavo peggio Razz Razz

Tornare in alto Andare in basso
GIANBART
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 423
Data d'iscrizione : 04.09.11
Età : 54
Località : roma est

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Gio Feb 16, 2017 8:56 pm

Dal sito SBE ha scritto:
Manca poco: il prossimo anno, Tex taglierà lo straordinario traguardo dei settant'anni di presenza in edicola. Un evento eccezionale che merita grandi festeggiamenti, a partire dalla prima candelina, da spegnere in occasione di Cartoomics 2017. In contemporanea con l'uscita in edicola, verrà presentata Tex Classic! Una nuova edizione della serie di Tex, dal N. 1, tutta a colori, nel formato classico bonelli, con albi da 64 pagine. Ve la presenteremo nel dettaglio, sul nostro sito, già venerdì 17 febbraio.

Il primo numero di questa nuova edizione sarà reperibile allo stand Sergio Bonelli Editore, anche all'interno dell'esclusiva confezione Tex Dynamite, un box in legno contenente la prima uscita della nuova collana, oltre alle tre imperdibili variant di Tex Classic N. 1: Vintage, Stella d'argento e una terza, ispirata alla indimenticabile illustrazione di "La Mano Rossa". Il prezioso scrigno in legno conterrà anche una stampa su carta di pregio e in grande formato della prima vignetta di Tex disegnata da Aurelio Galleppini, oltre a due edizioni a striscia esclusive: una riproduzione fedele della prima storica uscita di Tex, “Il totem misterioso”, e "La banda del Campesino", una breve storia di Gianluigi Bonelli e Aurelio Galleppini risalente ai primi pionieristici anni dell'inossidabile Ranger.

WOOWWW da non perdere, ne ordinerò una ventina di copie .....
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1862
Data d'iscrizione : 22.04.11
Località : FIUMICINO

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Sab Feb 18, 2017 12:34 pm

Per carità, dopo aver visto la copertina del primo numero in preview mi è preso un colpo. la n. 2 è graficamente più accettabile, ma immagino quando dovranno riutilizzare le prossime Albo d'Oro, che razza di intruglio ne uscirà fuori (perché dovranno riutilizzarle!). Oltretutto quasi mezza cover che va a rubare al disegno, che razza di idea è?
Auguro tutto il bene possibile al T.Classic, ma francamente evaporerò dopo il primo numero!
Tornare in alto Andare in basso
http://texwiller.forumattivo.it
Pallino
comunque prevenuto
comunque prevenuto
avatar

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 21.06.13
Età : 51
Località : Torino

MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   Dom Feb 19, 2017 1:19 pm

Una sola definizione...Vergognosi.....uno scempio sulle cover originali di Galep,e questo sarebbe il modo di celebrare il centenario della nascita del maestro??.....Ok non voglio trarre conclusioni senza sapere,ma anche sul sito della SBE ad una mia osservazione non c'è stata risposta,che so magari una spiegazione tecnica del perchè di tanto obbrobrio,...come lettore e appassionato sono incazzato a morte,non c'è nessuna attenzione per chi segue il personaggio,ma solo la volontà di fare cassa,......Volevo prendere almeno il primo albo,( anche se effettivamente 2,90 euro per sole 64 pagine,...bhe.....mi pr proprio un furto)......Casa editrice deludente ,mancanza di sensibilità e passione,venuta gradualmente a meno dopo la scomparsa di Sergio Bonelli,....era lui il primo appassionato del fumetto,e se dopo di lui non c'è ne sono più a dirigere la baracca con la stessa passione questi sono i risultati.....
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: MESCALERO   

Tornare in alto Andare in basso
 
MESCALERO
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 12Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10, 11, 12  Seguente
 Argomenti simili
-
» Il Mescalero senza volto e altre storie (Color Tex n. 10)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Riserva Indiana-
Andare verso: